Blog - Ultime notizie
08/10 2022

Festival Alpes Andes

Edizione 1

“Da dove vengono le più alte montagne? Così ho chiesto un giorno e ho appreso che vengono dal mare. Questa testimonianza è scritta sulle loro rocce e sulle pareti delle loro vette. Dal più profondo il sommo deve levarsi alla sua altezza.” (F. Nietzsche)

Le Ande furono la soglia della lotta per l’indipendenza dal colonialismo e della solidarietà cileno-argentina, lì San Martin e anche Neruda. Le Alpi sono state il seme della Resistenza e della Liberazione dal fascismo in Europa, dei partigiani e della democrazia.

Il tema ambientale, intrecciato con la voce in difesa dei diritti della terra e degli uomini e delle donne che ne vivono lo stretto contatto e l’interdipendenza, è alla luce delle trasformazioni climatiche e delle politiche globali, la linea principale del Festival.

Le Alpi e le Ande ospitano paesaggi dotati di caratteristiche climatiche con forme ancestrali di vita umana e ecosistemi socio-culturali estremi per eccesso o per difetto di antropizzazione. Cerniere e barriere tra flussi di transito, qui più frenetici e massicci, là legati a speculazioni geologiche o a ritmi ancestrali.
Tra le vette e gli abissi, la vita e i suoi modi di farsi strada si è creto un laboratorio millenario che ha permesso la sopravvivenza nelle condizioni più diverse, in cui gli esseri viventi e i minerali ci danno lezioni di continua rinascita e resistenza.

 

Le linee di esplorazione del Festival sono:
a. La scoperta di pratiche ataviche di recupero e riciclaggio
b. L’adattamento umano ai cambiamenti sociali ed economici
c. Il canto popolare come esperienza colare e condivisa
d. La fotografia di reportage, una matrice di curiosità e scoperta
e. Lo scambio e la traduzione di testi e linguaggi, una trasfusione continua di culturaumanistica
f. Il rinvenimento di ponti storici e connessioni culturali insapettati

Tutti questi temi verranno affrontati con workshop di arte, dibattiti pubblici, seminari, mostre fotografiche, installazioni, escursioni e visite a centri culturali.

Il cuore del Festival saranno le Alpi Cozie piemontesi, la Provenza e le Hautes Alpes francesi, che ospiteranno interamente le iniziative previste per il 2022, con lo sguardo rivolto alle Ande cilene e alla Patagonia.

A Paraloup ospiteremo due appuntamenti del Festival:

Turismo e sostenibilità ambientale delle terre alte

sabato 8 ottobre | ore 11.00 | Borgata Paraloup – Baita Barberis
tavola rotonda sulle prospettive del turismo sostenibile nell’arco alpino e in sud America
intervengono: Niels Martin, direttore generale del F.F.C.A.M (Club Alpin Français), Beatrice Verri, direttrice della Fondazione Nuto Revelli e Danilo Petrovich del Museo Campesino en Movimiento (MUCAM).
iscrizione gratuita, prenotazione consigliata cliccando qui

Voci in dialogo con gli elementi

sabato 15 ottobre | ore 11.00 | Borgata Paraloup – Tra le baite della Borgata
concerto itinerante a cura del collettivo di cantautrici italiane, francesi, cilene ed argentine
a cura dell’associazione Il baco – Botteghe delle Arti Contromano di Pinerolo
iscrizione gratuita, prenotazione consigliata cliccando qui

 

Per ulteriori informazioni: calendario di tutti gli eventi del Festival Alpes Andes
Comunicato stampa Festival Alpes Andes
festivalalpesandes@gmail.com
https://www.mucam.cl/atlas/alpesandes/

 

Il Festival Alpes Andes è curato da Diego Mometti e promosso da Associazione Generale Operaia Arti e Mestieri di Mutuo Soccorso di Pinerolo, Fondazione Nuto Revelli, Pensieri in Piazza, Comune di Pomaretto, Città di Pinerolo, CAI Uget di Val Pellice, Associazione Lu Cunvent, ARCI Valle Susa Pinerolo, Museo del Mutuo soccorso, MUCAM – Museo Campesino en Movimento, Universidad de Concepciòn, Asociaciòn de investigadores Museo de historia natural Rio Seco, TUP – Colectivo de arte Trabajos de utilidad publica, Institut français Chile, Ambassade de France au Chili in collaborazione con Museo Nazionale della Montagna di Torino, International Mountain Museums Alliance, International Alliance for Mountain Film, Facultad de artes – Universidad de Chile, Pontificia Uinversidad catolica de Valparaiso, Borgata Paraloup, Consorzio Produttori Terre del Ramie, Associazione macellai del Pinerolese.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *